Sedi del Congresso:

Residence Le Benedettine (v.) Lungarno Sonnino 18 – Pisa

Aula Magna Polo Carmignani Piazza dei Cavalieri, 8 – Pisa


PISA

L’area dove sorge Pisa, strategica per la vicinanza al mare e la localizzazione sul fiume Arno, è stata abitata fino dal VII secolo a.C. Nel 180 a.C. diviene colonia Romana e porto per le imprese navali contro Liguri, Galli e Cartaginesi e durante la dominazione Romana è stata collegata a Roma dalla via Aurelia. Resti di cantieri di navi romane sono oggi visitabili nella zona occidentale della città.

Già prima dell’anno 1000, la vocazione di città marinara è dimostrata dalle collaborazioni difensive contro i Saraceni con la città di Salerno. Dall’XI all’inizio del XV secolo Pisa è una Repubblica che espande la sua influenza commerciale e militare in gran parte del Mediterraneo occidentale e che è stata poi associata alle cosiddette Repubbliche Marinare con Genova, Venezia e Amalfi che hanno dominato il Mediterraneo per molti secoli.

Nel 1406 cade sotto il dominio di Firenze e da quel momento è iniziato un periodo di declino economico, demografico e culturale della città. Sotto il dominio dei Medici la città viene ripopolata e vengono costruite alcune opere d’arte importanti, ma l’attività portuale viene trasferita a Livorno.

Il rinascimento culturale della città avviene con il Granducato di Toscana che sviluppa le attività culturali e Universitarie intervenendo anche sulle infrastrutture di comunicazione (ferrovie e strade) e sulla bonifica delle paludi lungo la costa Tirrenica. Nel breve periodo di dominazione Napoleonica viene fondata la Scuola Normale Superiore di Pisa come replica dell’Ecole Normale di Parigi.

L’Università di Pisa è fondata dal Papa Clemente VI nel 1343 con la bolla “In suprema dignitatis” (dicitura che tuttora è riportata nel logo dell’Università). Dopo un periodo di chiusura dal 1406 al 1543, Cosimo I dei Medici riapre lo Studio Pisano nel Palazzo della Sapienza, la cui costruzione era stata iniziata da Lorenzo dei Medici. I Medici stessi decretarono l’Università di Pisa come Università di riferimento del Granducato di Toscana. Nel 1850 fu una delle prime Università Italiane ad istituire gli studi ingegneristici con un corso di Laurea in Ingegneria Civile e Architettura, e 25 anni più tardi con il corso di applicazione per Ingegneria. Nel 1913 fu istituita la Scuola di Applicazione per Ingegneri che divenne poi Facoltà d’Ingegneria nel 1935. Nel 1862 l’Università di Pisa fu riconosciuta come una delle sei Università primarie nazionali insieme a Bologna, Pavia, Torino, Napoli e Palermo.

La Scuola d’Ingegneria di Pisa offre oggi 10 corsi di laurea triennali, 17 corsi di laurea magistrali e un corso di laurea quinquennale a ciclo unico, in quasi tutte le discipline dell’Ingegneria Industriale, dell’Informazione e Civile.

Approfondimenti: http://www.turismo.pisa.it/it/