Il 73° Congresso Nazionale ATI affronterà da vari punti di vista il tema generale della:

TRANSIZIONE E INNOVAZIONE PER COSTRUIRE UN FUTURO ENERGETICO POSSIBILE

Negli ultimi 10 anni abbiamo vissuto una rivoluzione caratterizzata da una penetrazione delle fonti rinnovabili così importante e diffusa da distruggere le precedenti certezze, che si erano sviluppate in virtù della diffusione e ottimizzazione di tecnologie affidabili e disponibili a livello mondiale e basate sui combustibili fossili. 

La visione di un mondo in cui l’energia elettrica e termica siano interamente prodotte da fonti rinnovabili non è più un’utopia, ma una realtà dibattuta a livello internazionale. Tuttavia, costruire un futuro di questo tipo è possibile solo gestendo con molta attenzione sia gli aspetti tecnici, sia quelli economici, passando attraverso una transizione in cui ci troveremo a ridurre gradualmente l’uso delle fonti fossili, difficili da scardinare perché caratterizzate da elevata flessibilità di utilizzo, e procedendo ad incrementare l’uso delle fonti rinnovabili.

Questo futuro è possibile e può essere tanto più vicino quanto più il mondo della ricerca, insieme al mondo industriale e alle istituzioni governative, saranno in grado di dialogare e trovare le soluzioni più adatte nel periodo della transizione e per il futuro. Non esistono soluzioni uniche e ottimali valide universalmente e in ogni luogo della terra e del nostro paese, ma esiste un insieme di interventi che devono essere affrontati insieme e in modo condiviso per raggiungere l’obiettivo finale.

I temi principali possono essere raggruppati in questi ambiti generali:

  • - Sviluppo di tutte le fonti rinnovabili
  • - Efficienza energetica negli usi e nella conversione dell’energia
  • - Gestione della domanda e dell’offerta di energia
  • - Mobilità sostenibile
  • - Accumulo dell’energia e integrazione delle reti energetiche

Tutti i temi principali possono essere affrontati con metodologie sistemistiche o finalizzate allo sviluppo di componenti per i sistemi di conversione e di utilizzazione energetica, tenendo sempre conto dell’impatto sull’ambiente e della sostenibilità economica. Le sessioni saranno organizzate con lo scopo di favorire la discussione tra docenti e ricercatori dei differenti settori scientifici.